Quello che più mi preme in questo momento storico
è opporre RESISTENZA a questa cultura mediatica e capitalistica a cui ci vogliono assuefare!
LEGALIZZIAMO LA LIBERTA'!!! CIELI LIBERI! TERRA LIBERA! MARE LIBERO! COSI SIA!! COSI' E'!
#ORA UP! QUESTA E' UNA CHIARA SPERANZA!

QUESTO BLOG VUOLE ESSERE UN ATTO DI RESISTENZA ARTISTICA A QUESTA GUERRA SILENZIOSA FATTA DI INFORMAZIONI FAKE CHE CREANO REALTA' FAKE

LA VERITA' PRIMA DI OGNI ALTRA COSA IN QUESTO REGNO

"L'essere umano è un sistema di informazione e di conseguenza può essere guarito attraverso informazioni"
Erich Körbler

domenica 22 gennaio 2017

TERREMOTO E NEVE: MARIA HA 96 ANNI VIVE IN UNA ROULOTTE PERCHE' LA SUA CASA NON E' PIU' AGIBILE - STORIE DI QUESTA GUERRA SILENZIOSA




FARINDOLA ( PE) «Il Comune non ha mai ricevuto l’allerta valanghe», dice il primo cittadino, «abbiamo ricevuto solo il bollettino della Protezione civile sulle avverse condizioni meteo e sull’arrivo di una forte nevicata».


Hotel Rigopiano, quell'allarme valanghe mai arrivato a Farindola

Da lunedì il pericolo di valanghe nella zona del Gran Sasso era elevato: la Forestale segnala il rischio alla Prefettura, ma nessuno avvisa il Comune

PESCARA. L’allarme valanghe non è mai arrivato a Farindola. L’allerta slavine, lanciato dagli agenti della Forestale di Rigopiano e rilanciato dal comando regionale dell’Aquila attraverso il servizio Meteomont, si è fermato nel palazzo della Prefettura di Pescara. Una beffa che emerge dalle parole del sindaco di Farindola Ilario Lacchetta: «Il Comune non ha mai ricevuto l’allerta valanghe», dice il primo cittadino, «abbiamo ricevuto solo il bollettino della Protezione civile sulle avverse condizioni meteo e sull’arrivo di una forte nevicata».
Le ricerche di superstiti all'Hotel...

http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2017/01/22

sabato 21 gennaio 2017

VITA E SPERANZA - Sindaco di Amatrice: «Rispondiamo alla macabra provocazione di Charlie Hebdo con la vita»




LA PENISOLA ITALICA RISPONDE CON 11 VITE E CON ANCORA TANTA SPERANZA


Risultati immagini per Amatrice risponde con le vignette a Charlie Hebdo

ABRUZZO: MANIPOLAZIONI CLIMATICHE E IRRORAZIONI ARTIFICIOSE IN ATMOSFERA - Ancora famiglie isolate e torna a nevicare

**** NON E' UNA TRAGEDIA E' UN CRIMINE ****

Ancora 24mila utenze, per ammissione dello stesso gestore del servizio, l’Enel, prive di corrente elettrica.


ASSESSORE REGIONALE ALL'AMBIENTE MARIO MAZZOCCA

"Le drammatiche condizioni meteo che si protraggono ormai da 13 giorni quasi senza soluzione di continuità hanno determinato nella nostra Regione una situazione di emergenza dal carattere di estrema eccezionalità, mai verificatasi almeno negli ultimi 60 anni: i primi ed ancora parziali dati sulle precipitazioni nevose in corso sembrano, infatti, confermare l’ipotesi di una situazione più grave di quella verificatesi nel lontano 1956 che, a memoria di vivente, è la nevicata più copiosa e duratura che si ricorda sul territorio regionale."

APPELLO DEI SINDACI

  • Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina ha presieduto una giunta straordinaria per fare il punto della situazione sui danni al momento quantificabili reiterando agli organi competenti – Presidenza del Consiglio dei Ministri, Presidenza della Regione Abruzzo, Prefettura di Chieti, Dipartimento Protezione Civile regionale e Provincia di Chieti - la richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza per il Comune di Chieti, deliberata con atto di Giunta n. 308.Tale decisione è conseguente ai danni e ai disagi provocati dalle condizioni atmosferiche nelle ultime due settimane alla popolazione, alle strutture pubbliche e private, alle infrastrutture viarie, al sistema commerciale locale ed a quello produttivo.

  • L'emergenza più grave è quella elettrica, la gente è esasperata, ci sono zone ormai da sei giorni senza luce».Lo riferisce il sindaco di Teramo Maurizio Brucchi 

  • Gianluca De Leonardis, Il sindaco del Comune di Bucchianico (CH), rinnova con vigore l’appello lanciato anche nei giorni scorsi, a tutti i livelli istituzionali e politici, per sollecitare l’ormai più che urgente intervento presso i gestori della rete elettrica affinché provvedano entro la giornata odierna a ristabilire quantomeno la corrente elettrica a tutte le utenze del territorio di Bucchianico.


FORTE RISCHIO VALANGHE
L'Appennino abruzzese a rischio forte per caduta valanghe. Lo comunicano la Protezione Civile regionale ed il Comando Unità Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare. L'ondata di maltempo che ha colpito l'Abruzzo ha comportato infatti l'accumulo di strati di neve fresca su strati di neve precedentemente compattata e già trasformata. Questa condizione del manto nevoso provoca un aumento della instabilità di pendii montani caratterizzati da accumuli di neve con diversa consistenza, umidità e temperatura. I rilevamenti del servizio Meteomont del Corpo Forestale della regione Abruzzo hanno infatti evidenziato un grado di pericolo 4 su 5 (Forte) per caduta valanghe su tutti i settori osservati. Bollettino emesso alle ore 14.00 del 20/01/2017.

CNA: «SCENARIO DRAMMATICO  PER L’ECONOMIA»  
«Uno scenario drammatico, in cui occorrono misure straordinarie a sostegno dell’economia, a cominciare dalla sospensione di tasse e tributi a carico delle imprese».
Secondo il presidente della Cna teramana, Gianfredo De Santis, la contabilità dei danni, una volta allentata la morsa del maltempo su famiglie e imprese, apparirà in tutta la sua forza devastante: «Voglio ricordare che il sisma, da agosto ad oggi aveva già provocato danni enormi: con undici comuni inseriti nel cratere sismico, e circa 9mila imprese coinvolte che danno lavoro a 21mila persone. Non bastasse, a questo adesso si aggiungono i problemi gravissimi generati dal maltempo, che non ha risparmiato il resto del territorio scampato allora al terremoto: la costa come la montagna». Con il risultato, adesso, di avere una intera provincia nel dramma


LAMA DEI PELIGNI: EVACUATE 35 PERSONE
Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Lama dei Peligni (Chieti) in collaborazione con quelli di Casoli, Torricella Peligna, Palena e dei Carabinieri forestali della stazione Parco di Fara San Martino hanno provveduto all'evacuazione di 12 abitazioni per il potenziale pericolo di valanghe e slavine. Le 35 persone evacuate sono attualmente ospiti di familiari e alberghi.

FARINDOLA (PE) - HOTEL RIGOPIANO 
Si continua a scavare con la SPERANZA di trovare ancora UMANI IN VITA.


**** NON E' UNA TRAGEDIA E' UN CRIMINE ****
" Il più grande crimine contro l'Umanità mai commesso " 
(Ted Gunderson, ex capo FBI di Los Angeles)

L'ABRUZZO E' SOTTO ATTACCO NATO 
E QUESTO E' SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI

Il Generale Fabio Mini, illustra a grandi linee 
le metodologie di manipolazione del clima, 
e la mentalità dei militari.

IMMAGINI DELLA GUERRA CLIMATICA SULL'ABRUZZO: PENISOLA ITALICA 2017

Hotel Rigopiano Farindola (PE) travolto da una potentissima slavina
Risultati immagini per RIGOPIANO HOTEL SLAVINA

Risultati immagini per RIGOPIANO HOTEL SLAVINA

Risultati immagini per RIGOPIANO HOTEL SLAVINA

Risultati immagini per emergenza maltempo abruzzo

Abruzzo 
Risultati immagini per emergenza maltempo abruzzo

Immagine correlata

Risultati immagini per emergenza maltempo abruzzo

Immagine correlata

ROSARIO MARCIANO' A CONTROCORRENTE - OLTRE IL 77° POSTO AL MONDO PER LIBERTA' DI STAMPA



ControcorrenteRKI 20.01.17 Rosario Marcianò

https://www.mixcloud.com/francesca-romana/controcorrenterki-20116-riccardo-tristano-tuis-rosario-marcian%C3%B2/

___

ControcorrenteRKI 14.12.16 Rosario Marcianò


https://www.mixcloud.com/francesca-romana/controcorrenterki-141216-rosario-marcian%C3%B2-sperimentazione-animale-candidanastrucci-simonettamagni/

___

ControcorrenteRKI 7.12.16 Rosario Marcianò



Controcorrente TV 8.11.16 Intervista a Rosario Marcianò ricercatore indipendente esperto di geoingegneria clandestina e scie chimiche

https://www.youtube.com/watch?v=p8sAiye1mso&feature=share

___



LA DISBIOSI: CAUSE, SINTOMI E TERAPIE

La disbiosi in genere non viene considerata una patologia.
Tuttavia , alla luce delle conoscenze medico-scentifiche sull’intestino, si capisce bene come possa causare tanti danni.
La disbiosi è “semplicemente” l'alterazione dell'equilibrio della flora batterica.
In queste condizioni gli stessi bacilli della flora diventano dannosi.
Producono un eccesso di ammoniaca che può intossicare fegato e cervello.
Formano le nitrosamine che inducono il cancro nello stomaco e nell’intestino. Generano prodotti cancerogeni a partire dagli azotati dei coloranti alimentari, modificano l’assetto ormonale dell’asse gonadico (sessuale), con rischio di cancro alla mammella, fino ad aumentare il tasso di colesterolo e più propriamente il rischio cardiovascolare.
La disbiosi può causare lesioni alla parete intestinale, che lascia passare nel sangue le sostanze tossiche, genera forti squilibri a livello neurovegetativo (quindi nella nostra centralina di comando) e a livello immunitario.
Una forma particolare di disbiosi è quella legata alla trasformazione in parassita della candida albicans.
È facile comprendere che questi danni si propagano rapidamente a tutto l'organismo, fino a danneggiare le funzioni o gli organi più deboli del soggetto.
Quando la disbiosi non viene riconosciuta, la cura dei sintomi e delle patologie che ha provocato non è mai risolutiva e genera malattie recidivanti o l'apparire di nuove patologie dopo la 'guarigione'.
La scarsa conoscenza di questo stato patologico rende anche ancora più facile il suo instaurarsi.

Ad esempio oggi si tende a dare un'importanza di secondo piano all'alvo intestinale (la frequenza delle … sedute).
Invece esiste una relazione diretta tra l'attività dei batteri ed i tempi di transito colico. In caso di stipsi, ad esempio, le feci sono troppo secche (il riassorbimento colico dell'acqua è d'ordine di 900 - 1400 ml. nelle 24 ore ) ed i lattobacilli scompaiono.

Risultati immagini per disbiosi

Cause della Disbiosi

Alimentari: le abitudini alimentari correnti sono spesso dannose, sia per quello che si mangia, che per il modo di mangiare. In genere ingeriamo troppo cibo (si pensi che il sistema immunitario si rafforza con diete leggere), con troppe proteine e poca serenità, magari guardando gl’infausti telegiornali.

Poi diete scarse di fibre, assunzione di alimenti raffinati (farina, sale, zucchero) ed una dieta poco diversificata. Bevande gasate, stress a tavola ecc.

Ma di questo parleremo più diffusamente in seguito, in un articolo sull’alimentazione anticancro.

Gli inquinanti: non solo quelli dei cibi (e sono tanti, coloranti, pesticidi, ormoni steroidei, antibiotici), ma anche provenienti da altre fonti, come i metalli tossici, le radiazioni e le emissioni elettromagnetiche.

Cause patologiche: malattie infettive, e particolarmente dell’intestino, dovute ad agenti infettivi e parassitosi.

Cause iatrogene (da assunzione di farmaci): ovviamente antibiotici e lassativi, ma i farmaci che disturbano la flora intestinale sono innumerevoli.

Mancanza di moto: è una carenza cronica ed epidemica. Ci vuole almeno un po’ di moto, perlomeno il semplice camminare all’aria aperta. Intendiamoci: non il camminare della casalinga che esegue le faccende domestiche o il passeggiare per guardare le vetrine (già meglio, comunque).

Stress e shock: sappiamo già che lo stress mette lo zampino dappertutto, e anche qui gioca un ruolo primario. Pensiamo alle coliti (colon irritabile), diretta correlazione tra stress, pancia e cervello. Ed in questo capitolo mettiamo anche lo stile di vita. Si registrano casi in cui uno shock è stata la causa scatenante.

Le intolleranze alimentari: che nascono proprio nell’intestino, e a loro volta squilibrano la flora batterica.

Vaccinazioni, che alterano l’equilibrio del sistema immunitario.

Geopatie, cioè perturbazioni del terreno ed elettromagnetiche, presenza di metalli / acqua sotto la casa.

Metalli pesanti, come il mercurio delle amalgame dentali e le pentole d’alluminio.

Cosmetici, che in genere hanno delle componenti tossiche che vengono assorbite dall’epidermide.
Trattamento della disbiosi

La somministrazione di lactobacilli, anche se in capsule che garantiscono il loro arrivo nell’intestino, in genere non è sufficiente.

Come sempre il trattamento effettivo dipende dalle cause della disbiosi, dal quadro complessivo, dalla persona e dalla situazione del momento.

Ci sono però dei punti abbastanza comuni a tutti i quadri, prevalentemente le relazioni con il sistema neurovegetativo ed immunitario; inoltre la disbiosi è in genere accompagnata ad un forte stato di intossicazione (presenza di tossine nei tessuti).

Relazioni tra disbiosi ed altre patologie:
  • Squilibrio del sistema immunitario: predisposizione ad infezioni ricorrenti, allergie, intolleranze, malattie autoimmuni, minor resistenza alle radiazioni ed ai campi elettromagnetici.
  • Infezioni da funghi, particolarmente la candida, di cui parleremo nel prossimo numero, ed herpes.
  • Disturbi dell’umore: stanchezza, irritabilità, difficoltà di concentrazione, depressione.
  • Disturbi dell’alvo: diarrea, stitichezza ed alternanza delle due.
  • Cefalee, in genere associate ad astenia (debolezza).
  • Acne, herpes ed altre affezioni cutanee.
  • Vaginiti ed infezioni delle vie urinarie.
  • Disturbi digestivi.
  • Carie.
  • Osteoporosi, reumatismi, eccesso di uricemia.
  • Diabete.
  • Dislipidemie; colesterolo ed altri disturbi del metabolismo dei grassi.
  • Ritenzione dei liquidi.
  • Obesità.
  • Ipovitaminosi, astenia (debolezza), dovuti al malassorbimento.
  • Accumulo di tossine, che provocano disturbi diversi secondo la localizzazione.
  • Patologie del fegato e delle vie biliari.
  • Genesi del cancro.
  • Patologie cardiovascolari.
  • Insonnia.
  • Disturbi ormonali, spesso si è osservata caduta dei capelli.
  • Disturbi dell’apprendimento dei bambini (dislessia).
  • Enuresi notturna nei bambini.

TUTTI I NOMI DI MALATTIA DELLA MEDICINA ALLOPATICA, IN MEDICINA NATURALE HANNO UN SOLO NOME: **** DISBIOSI****

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO 
SIAMO IL RISULTATO DELLA SOCIETA' IN CUI VIVIAMO 
SIAMO LA SOMMA D INFORMAZIONI CHE ABBIAMO RICEVUTO NELLA VITA 



L’IMPORTANZA DELLA FLORA BATTERICA INTESTINALE

La flora batterica intestinale comprende un numero di cellule estremamente superiore rispetto a tutte quelle del nostro organismo, vi sono circa 400 specie di microrganismi concentrati in tratti diversi dell’intestino. Può essere considerato un “organo nascosto” proprio per il ruolo fondamentale e molteplice che svolge nel nostro organismo.

Quale ruolo svolge?

È coinvolta nella digestione di alimenti non digeribili
Stimola la risposta immunitaria
Garantisce la difesa contro batteri esogeni
Interviene nei meccanismi di sintesi di vitamine (vitamina K e vitamine del gruppo B)
Agisce modificando molti steroli (acidi biliari e colesterolo)
Modifica i pigmenti biliari
È coinvolta nel metabolismo degli estrogeni, dei procancerogeni e nell’eliminazione di sostanze tossiche


Data l’ampia azione esercitata dalla flora batterica diventa fondamentale un corretto equilibrio e funzionamento (definito eubiosi). Al contrario uno sbilanciamento delle microflora, disbiosi, è responsabile di diversi disturbi e può essere alla base di diverse patologie. La disbiosi può essere favorita da differenti fattori:
  • scorretta alimentazione e stile di vita 
  • situazioni di stress psicofisico 
  • ansia, depressione, cattivo umore 
  • situazioni ambientali sfavorevoli 
  • assunzione di farmaci e antibiotici 
  • malattie, ferite, interventi chirurgici 
  • disfunzioni ormonali. 
  • ***inquinamento da metalli pesanti 
Risultati immagini per disbiosi
Connessioni:
Intestino cervello: c’è una comunicazione funzionale tra il microbiota intestinale e sistema nervoso centrale (SNC). Questa comunicazione è bidirezionale e coinvolge connessioni anatomiche come il nervo vago, il sistema immunitario, e l’asse ipotalamo-ipofisi-surrene (HPA). Un cambiamento della flora batterica intestinale potrebbe portare a modifiche nella funzione del sistema nervoso centrale. Sono state dimostrate strette correlazioni tra stati di ansia o depressivi e un disequilibrio della flora batterica intestinale
Intestino pelle
Intestino sovrappeso e obesità: un corretto equilibrio della flora batterica intestinale garantisce un corretto assorbimento dei nutrienti
Intestino difese immunitarie: il probiotico regola il Treg quindi permette il corretto equilibrio tra Th1-Th2 (autoimmunità, malattie degenerative)

http://www.biologiadellanutrizione.it

ARTURO VILLA: GUERRIERO DI LUCE, CADUTO IN BATTAGLIA IN QUESTA CRUENTA GUERRA SILENZIOSA CHE MIETE VITTIME GIORNO DOPO GIORNO

Candida, la Moglie del Cancro - ( il gatto e la volpe )


CIAO ARTURO, 
GRAZIE PER IL GRANDE ESEMPIO CHE CI HAI DONATO 
GRAZIE  PER TUTTO IL ****VERO MATERIALE INFORMATIVO**** 
RIGUARDANTE LA SALUTE CHE CI HAI LASCIATO.
 ° BRILLA °

IL CANCRO IO LO CONOSCO - CI VIVO INSIEME DA ANNI ;-)

Il cancro si sviluppa all'interno di una serie incredibile di combinazioni....
Il meccanismo è sempre lo stesso...
Nell'atto della nascita (mitosi) delle nuove cellule che vanno a sostituire le vecchie morte per incidente o per logoramento interno (acidosi-radicali liberi-apoptosi) --
Una parte del nuovo DNA che si deve sdoppiare da una a due cellule, perde informazioni, o meglio perde la capacità di attivare-disattivare alcune catene di geni predisposti alla differenziazione della cellula da staminale a matura...
Qui nasce una cellula deficiente, una cellula CHE NON SA DIFFERENZIARSI E SA SOLO RIPRODURSI ALL'INFINITO, solitamente le cellule deficienti vengono individuate dai nostri sistemi di allerta ed eliminate.....

Il cancro riesce a proliferare solo in determinate condizioni:

Acidosi, molti zuccheri in circolo, molte tossine annidate e stoccate in grasso e tessuti, mancanza di ossigeno quindi ambiente anairobico, mancanza di minerali, infiammazione cronica e SOPRATTUTTO e dico TUTTO...
UNA CARENZA DEL SISTEMA IMMUNITARIO...
Una momentanea o cronica deficienza immunitaria è il vero varco dove si infila il cancro riuscendo a proliferare.....
Ogni giorno sviluppiamo cellule difettose potenzialmente cancerose... ma ogni giorno i nostri sistemi (apoptosi) (sistema immunitario) provvedono ad eliminarle.. Solo quando i nostri sistemi di difesa sono deficitari il cancro può attecchire e proliferare......


Arturo


SALVATI DA SOLO #ORA, NON DELEGARE

IL NUMERO DEI MALATI DI ALZHEIMER E AUTISMO AUMENTA IN MODO VERTIGINOSO


L’Alzheimer e altre malattie neurologiche si spiegherebbero con l’accumulo di metalli pesanti nel nostro cervello. 

L’inquinamento continua a mietere vittime e a farci ammalare. Una morte su quattro a livello mondiale è causata da fattori di rischio ambientale. Sono 12,6 milioni le morti attribuibili all’inquinamento ambientale. Solo in Europa, nel 2012, l’inquinamento ha provocato 1,4 milioni di decessi prematuri.

Gli scienziati continuano a indagare i rapporti tra inquinamento e malattie degenerative, e scoprono verità sempre più inquietanti. Il nano particolato, metalli pesanti rilasciate da aerei quotidianamente da più di un decennio sul nostro territorio, gas di scarico di auto e di fabbriche ormai obsolete, una volta respirati possono infatti raggiungere il cervello.
I metalli pesanti  si insinuano nelle mucose per arrivare ad avvelenarci. Non solo i polmoni, non solo nel sangue. Ma anche nel cervello. La scoperta è dei ricercatori dell’università di Lancaster che, sulla rivista scientifica Pnas, hanno dimostrato, per la prima volta, che i veleni nell'ambiente  penetrano anche tra neuroni e sinapsi. Particolato ultrafine  responsabile di malattie polmonari e cardiocircolatorie. 

Risultati immagini per alzheimer

Scienziata Marie Grosman e il filosofo Roger Lenglet. Intervista.


Marie Grosman (1) : Il numero

dei malati di Alzheimer e di autismo aumenta in modo vertiginoso in

numerosi paesi, soprattutto in quelli più sviluppati. In Francia, dal

1994 si è passati da 300.000 malati di Alzheimer a circa un milione

oggi. E se non si interviene questa cifra raddoppierà ogni venti anni.

Il numero delle persone che soffrono di autismo è aumentato in Francia

di 17 volte nel corso degli ultimi cinquanta anni. Allo stesso modo

si osserva un’enorme progressione dei tumori al cervello nei bambini

(20% in più in dieci anni). Anche il Parkinson e la sclerosi a placche,

di cui sono affette rispettivamente 100.000 e 80.000 persone, sono in

aumento. Ciò dovrebbe analogamente sollecitare un’azione contro le

cause di queste malattie!

TRATTAMENTO DEL DOLORE: STUDI DIMOSTRANO CHE L'AGOPUNTURA È PIÙ EFFICACE DELLA MORFINA


Tutti conoscono l'agopuntura almeno per sentito dire, un'antica pratica della Medicina Tradizionale Cinese attraverso la quale vengono stimolati punti trigger del corpo con l'inserimento di sottili aghi attraverso la pelle.

Viene usata da millenni per dolori di varia natura e curare moltissime patologie. Oggi i ricercatori cercano di dipanare i "misteriosi" benefici di questa pratica, che per molti può risultare ancora avvolta da scetticismo. Secondo una nuova ricerca, pubblicata nel giornale americano di medicina di emergenza, l'agopuntura può essere più efficiente nella gestione del dolore rispetto alla morfina per via endovenosa. Inoltre, lo studio ha riferito che l'agopuntura può funzionare più velocemente nell'alleviamento del dolore e senza effetti negativi sulla salute. 

Il lato oscuro dell'uso di morfina

Per chi soffre di dolore cronico viene generalmente prescritta la morfina o similari. Questi antidolorifici oppiodi sono delle vere droghe con tanto di dipendenza al seguito.
Gli effetti sulla salute sono vari: da sonnolenza, capogiri, costipazione, nausea, mal di testa, stanchezza, ansia, prurito...innescano determinati comportamenti neurali di dipendenza, andando ad alterare lo stato emotivo, fisico. Ricercatori della Colorado Boulder University hanno dismostrato inoltre come questi oppiacei ( codeina, ossicodone, morfina) possono peggiorare il dolore cronico invece di trattarlo.

Rispetto al gruppo non trattato, il team ha scoperto che il dolore cronico nel gruppo trattato con morfina era peggiorato dopo solo cinque giorni di trattamento. Per di più, questo effetto persisteva per parecchi mesi.

” Abbiamo dimostrato per la prima volta, che anche una breve esposizione agli oppioidi, può avere effetti negativi a lungo termine, sul dolore”, dice il Prof.Grace. Secondo gli autori, l’uso di morfina e le lesioni nervose, innescano una “cascata” di segnalazione delle cellule gliali che aumenta il dolore cronico. I ricercatori hanno scoperto che questa “cascata” di segnalazioni delle cellule gliali attiva la segnalazione di una proteina chiamata Interluchina-1beta (IL-1b) che porta alla iperattività delle cellule nervose del cervello e del midollo spinale che rispondono al dolore.

Come riportato dal Walking Time gli antidolorifici sono responsabili di oltre 183.000 morti negli ultimi 15 anni.

La percezione del dolore è soggettiva e tanti sono i meccanismi neurologici che si innescano e che la determinano, andando a modulare la soglia, per questo diventa più che mai essenziale concepire il dolore come multifattoriale cercando di osservarlo a tuto tondo e non settorialmente, tamponando il sintomo. Detto questo, nonostante esistano svariate tecniche "olistiche" disponibili per trattare il dolore cronico, i medici, con fin troppa leggerezza (leggerezza che esiste anche dalla parte del paziente) continuano a prescrivere oppiacei, non menzionando neppure cure alternative.

Gli studi recenti suggeriscono che l'agopuntura è uno dei più efficaci trattamenti olistici per combattere il dolore e pare anche della stessa morfina. Nel 2010 in seguito ad una ricerca condotta a York, l'agopuntura è stato consigliato per la prima volta dall'Istituto nazionale per salute e Clinical Excellence (NICE) come opzione di trattamento per i pazienti di NHS con dolore lombare.

Agopuntura contro Big Pharma 

Per il loro studio, il team di ricerca ha valutato 300 pazienti in stato di emergenza.
Di questi 300 pazienti, a 150 sono stati somministrati 15 milligrammi di morfina al giorno mentre le altre 150 persone sono state trattate con l'agopuntura per gestire il loro dolore. Il gruppo ha concluso che c'era una differenza significativa nella riduzione del dolore tra i due gruppi. L'agopuntura del gruppo esperti una maggiore riduzione del dolore. Quelli trattati con morfina hanno risolto il dolore dai 28 ± 14 minuti , mentre quelli trattati con agopuntura dai 16 ± 8 minuti, Inoltre 89 pazienti (il 29%) del gruppo di morfina ha sperimentato gli effetti secondari negativi, a differenza dell'altro gruppo senza alcun effetto collaterale.

Conclusioni: Nei pazienti con dolore acuto l'agopuntura è stata associato all'analgesico più efficace e più veloce con una migliore tolleranza.

Questa, tuttavia, non è la prima volta che l'agopuntura è stata associata con una salute migliore e riduzione del dolore, infatti dal 1996, l'agopuntura è una forma di trattamento medico accettata ufficialmente e riconosciuta da alcuni governi in tutto il mondo. Tuttavia, la prescrizione di farmaci oppiodi, dannosi, è per molte persone, affette da dolore, ancora la scelta unica per gestirlo.

Effetti dell'agopuntura sul cervello

Lo studio, condotto da ricercatori presso l'Università di York e Hull York Medical School pubblicato su Brain Research, indica che l'agopuntura ha un effetto significativo sulle strutture neurali specifiche. Quando un paziente riceve un trattamento di agopuntura, una sensazione chiamato Deqi possono essere ottenute; analisi scientifica mostra che questo disattiva aree del cervello che sono associati con il trattamento del dolore.

Lo neuroscienziato Dr Aziz Asghar, del centro di Neuroimaging di York e della Hull York Medical School, aggiunge: «i risultati sono affascinanti. Se tali disattivazioni di cervello costituiscono un meccanismo, che è alla base o contribuisce all'effetto terapeutico dell'agopuntura, è una possibilità intrigante che richiede ulteriore ricerca.' 

Secondo la medicina occidentale l'agopuntura è la stimolazione di punti specifici situati sulla pelle che possiedono la capacità di modificare alcune condizioni biochimiche o elettriche sia della pelle che degli organi interni per calmare il dolore. Questo è possibile perché i punti di agopuntura sono aree con particolari caratteristiche elettriche, rispetto alla cute circostante, con una minore resistenza al passaggio della corrente. Inserendo gli aghi metallici in questi punti si stimolano i recettori sensoriali che, a loro volta, "attivano" i nervi che trasmettono impulsi al sistema ipotalamo-ipofisario, centralina di regolazione ormonale alla base del cervello. Le ghiandole ipotalamo-ipofisarie sono responsabili del rilascio di neurotrasmettitori e in particolare endorfine, che hanno proprietà sedative sul dolore. Si stima che le endorfine siano 200 volte più potenti della morfina e che giochino un ruolo importante per la regolare funzione dell'intero sistema ormonale. Le sostanze rilasciate dal corpo in seguito al trattamento con agopuntura non solo rilassano il corpo in sé agendo sulla muscolatura, ma regolano anche la serotonina del cervello che ha un ruolo importante anche nella modulazione dell'umore. Per questo anche la depressione può essere trattata efficacemente con l'agopuntura.
Oltre al trattamento del dolore altri effetti fisiologici correlati all'agopuntura includono il miglioramento della circolazione arteriosa e venosa, una riduzione delle infiammazioni, del dolore e degli spasmi muscolari e viscerali, un aumento dei linfociti T e della loro azione sul sistema immunitario.

Secondo l'organizzazione mondiale della sanità (OMS), le condizioni per le quali l'agopuntura può venire scelta come soluzione prima al trattamento dolore riguarda: reazioni avverse a radioterapia e\/o chemioterapia, oppure per calmare dolori da rinite allergica, colica biliare, depressione, dissenteria, nausea, nausee mattutine, ipertensione, mal di testa, sciatica e parte bassa della schiena, del ginocchio e dolore al collo. 

In realtà, come abbiamo potuto chiaramente percepire prima, il mondo dell'agopuntura è molto più ampio..ma se intanto riuscissimo a sperimentarlo per queste piccole situazioni, al posto di scegliere derivati della morfina, sarebbe un buon inizio.


Elenco strutture ospedaliere di agopuntura


Ricordiamo che in Italia è possibile eseguire il trattamento di agopuntura anche in molti ospedali dietro pagamento del semplice ticket, qui l'elenco di alcune strutture, se siete a conoscenza di altre, prego segnalarle nei commenti, per una migliore informazione.

Ricordiamo che in Toscana l'Ospedale Petruccioli di Pitigliano (Grosseto) è stata la prima struttura a dare la possibilità di curarsi con agopuntura, fitoterapia, omeopatia, Medicina Tradizionale Cinese.
Centralino Ospedale Pitigliano 0564 618111
Centro di medicina Integrata- Accoglienza 0564 61821

In Toscana l’agopuntura e la MTC sono inserite da anni nei Livelli di assistenza integrativi regionali e sono offerte ai cittadini toscani in 49 ambulatori pubblici presenti in tutte le aziende USL e AOU.

Firenze: 
ASL 10 di Firenze
Via Pistoiese 185 - San Donnino Campi Bisenzio - 50013 FIRENZE
Tel. 0556939240 / 0556939246 055-8963784 Fax 055 8996508
fiordiprugna@asf.toscana.it

Torino: 
- Azienda Ospedaliera O.I.R.M. S.Anna Tel. Ambulatorio di
Agopuntura in Ginecologia 011-3134448

- Reparto di Pneumologia dell'ospedale Infantile Regina Margherita di Torino aperto un ambulatorio di agopuntura per bambini / adolescenti

Milano: 
Ospedale Luigi Sacco – Polo Universitario – II Divisione
Malattie Infettive 02-35799.520/1

Roma: 
Ospedale S. Andrea – Ambulatorio Agopuntura 06-33265959

L’Aquila: 
Servizio di Agopuntura c/o Unità Ospedaliera di
Dermatologia – Centro Allergologico AUSL 04 Tel. 0862-778642

Napoli:
Ospedale S. Paolo a Cremano Tel. 081-5792750

http://www.lifeme.it

SCIE CHIMICHE: PRIMO PRELIEVO IN QUOTA TRAMITE DRONE



Tanker enemy organizza il primo prelievo in quota tramite drone semi-professionale. Il prelievo si avvarrà del "DJI Drone Phantom 4", fornito di videocamera in alta risoluzione (12 MP/4K) e sistema di controllo GPS. A bordo del velivolo radiocomandato sarà montato un kit (realizzato ad-hoc) che aspirerà l'aria in quota e la depositerà su filtro apposito. Il filtro raccoglierà frammenti di pulviscolo in varie aree non antropizzate, ma note come corridoi di discesa impiegati dai velivoli civili in avvicinamento ad uno scalo aeroportuale. I campioni saranno analizzati ed i risultati saranno pubblicati su Tankerenemy.com. Lo scopo ultimo è quello di sensibilizzare la popolazione (e gli organi preposti alla salvaguardia dell'ambiente e della salute umana) in merito alla presenza di polveri in nanoparticolato di ricaduta, potenzialmente letali e di accertata provenienza aeronautica. Allo scopo di poter mettere in atto al più presto possibile il nostro prelievo, abbiamo bisogno di un contributo da parte di tutti voi che, anche con pochi euro, puntate ad iniziative forti per contrastare la guerra climatica in atto e per dimostrare la neurotossicità dei carburanti avio. Il Jet-A1, è, infatti, come dimostrato dai recenti studi della dottoressa Lohmann, la principale causa della ricaduta di elementi chimici neurotossici come l'alluminio, il bario, il manganese. Ok... diamoci da fare! Il link per finanziare la campagna è questo

Grazie a tutti!

venerdì 20 gennaio 2017

L'hotel Rigopiano travolto da un'enorme 'colata di detriti' ****NON E' STATA UNA TRAGEDIA, E' STATO UN CRIMINE! ****

****NON E' STATA UNA TRAGEDIA, E' STATO UN CRIMINE! ****

DOPO 13 GIORNI DI NEVE E ACQUA, TANTO TUONO' CHE ARRIVO' ANCHE IL TERREMOTO  : Riflessioni dell'Assessore all'Ambiente per la regione Abruzzo : Mario  Mazzocca su fb 

________________________________________________________________________________

PAROLA AL GEOLOGO 

E' stata un'enorme 'colata di detriti' a travolgere l'hotel Rigopiano. E' un fenomeno raro, che ha acquisito forza e velocità notevoli sotto la pressione della neve abbondante, dalla debolezza del terreno. Il terremoto lo ha innescato, come una miccia. E' la ricostruzione del geologo Gian Gabriele Ori, dell'università "Gabriele d'Annunzio" di Chieti.

La forza della colata di detriti è stata tale da travolgere anche il bosco che si trovava dietro l'hotel. "Di solito - ha osservato l'esperto - i boschi resistono a slavine e valanghe", ma quello che ha travolto l'hotel è stato qualcosa di molto più violento. Sotto la pressione di almeno 3 metri di neve, accumulata nei giorni scorsi anche a causa del vento, il terreno indebolito dalle piogge ha ceduto e ha cominciato a scivolare portando con sé rocce e detriti.

"Il terremoto - ha osservato Ori - è stata la miccia che ha innescato il fenomeno", anche se al momento non ci sono elementi per stabilire quale delle forti scosse avvenute in mattina abbia provocato il disastro.

"Probabilmente tutto è iniziato come una slavina", ossia con il distacco di una massa di neve, che cadendo ha raccolto rocce e alberi, cominciando a scorrere su una superficie debole. Ad aumentare progressivamente la velocità ha contribuito la neve, che ha agito come un lubrificante. "In questo modo - ha spiegato ancora Ori - la slavina si è caricata di roccia, trasformandosi in un enorme flusso di detriti che, a grande velocità, ha travolto il bosco e poi l'albergo con una potenza distruttiva". 

giovedì 19 gennaio 2017

EMERGENZA MALTEMPO ABRUZZO - APPELLO DEL GRUPPO DI STUDIO POPOLO UNICO

Valanga su hotel, 30 dispersi. Estratte le prime tre vittime. «Tanti morti»

Mobilitazione per l'invio di una mail (meglio via Pec) di SOLLECITO IMMEDIATO e MESSA IN MORA all'indirizzo delle Prefetture responsabili dell'enorme ritardo ed assenza di soccorso con mezzi e personale, nelle zone del terremoto in centro Italia, ora martoriate da una nevicata che non ha precedenti nella storia.
La gente è isolata da giorni, sotto metri e metri di neve e non si fanno arrivare UOMINI e MEZZI con estrema celerità per liberare questa povera gente, abbandonata a sè stessa


Questo il testo della mail da inviare:
---------------------------------------------------------------------------

Oggetto: emergenza neve Centro Italia - Richiesta di invio immediato e mobilitazione con mezzi spalaneve, turbine e ogni mezzo di sostegno e soccorso necessario, in favore delle popolazioni colpite.

Testo:

Si rivolge urgente pressante appello alle SS.VV. relativamente a quanto in oggetto, in aiuto delle popolazioni locali colpite dall'emergenza neve, per immediata mobilitazione da adempiere da parte vostra e senza evacuazione forzosa delle zone interessate, ma predisponendo idonee sistemazioni in zone attigue agli eventi, liberate preventivamente dalle neve, in prefabbricati agibili e riscaldati provvisti di acqua calda, luce , riscaldamento e collegamento telefonico. Tale comunicazione è da intendersi a guisa di MESSA IN MORA ed è disposto un termine max di 48 ore per l'adempimento di quanto sopra enunciato, onde scongiurare eventuale denuncia rivolta alle Vs. Persone Fisiche, direttamente responsabili in solido per mancato intervento, con relativa richiesta danni e risarcimenti di fronte alle Corti italiane, in giurisdizione internazionale, per gravissima VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI ed OMISSIONE DI SOCCORSO RIPETUTA.

Tanto si partecipa per il seguito di Vs. competenza.

firmato........................

Chi è Legale Rappresentante, annoti e firmi come tale

Legale Rappresentante....................

Grazie a Roberta :-)

elenco indirizzi PEC ai quali inviare il MAIL BOMBING ENTRO STASERA:

PREFETTO di RIETI prefettura.rieti@interno.it urp.prefri@pec.interno.it protocollo.prefri@pec.interno.it
Prefetto: Dott. Valter CRUDO

PREFETTO di TERNI protocollo.preftr@pec.interno.it prefettura.terni@interno.it
Prefetto: Dr.ssa Angela PAGLIUCA

PREFETTO di MACERATA protocollo.prefmc@pec.interno.it Prefetto: dott.ssa Roberta PREZIOTTI

PREFETTO de L'AQUILA protocollo.prefaq@pec.interno.it prefetto.prefaq@pec.interno.it prefettura.laquila@interno.it
Prefetto: Dott. Giuseppe LINARDI

Inserite indirizzi destinatari, oggetto e testo nel corpo della PEC,
e allegate lo scannerizzato, da voi firmato in calce, alla mail stessa

Grazie e fate girare
Devono sapere che
LI STIAMO OSSERVANDO NEL LORO NON-AGIRE!

SCIE CHIMICHE: PROBLEMI DI RESPIRAZIONE? GUARISCITI DA SOLO

SCIE CHIMICHE, NANO PARTICOLATO DI RICADUTA E PROBLEMI DI RESPIRAZIONE
IMPARA LA RESPIRAZIONE CORRETTA E GUARISCITI DA SOLO SENZA DELEGARE

Se dovessimo elencare in ordine di importanza ciò che è fondamentale per la vita e la salute dell’uomo, prima del cibo e dell’acqua c’è la respirazione. E non basta solo respirare, un corpo sano e in forza ha una respirazione molto diversa da un corpo malato. La respirazione è una delle chiavi della salute, e in oriente lo sanno da millenni tanto da farne il fondamento di una disciplina dello yoga chiamata Pranayama. Ecco un esercizio di respirazione dello yoga che permette di buttare via l’aria vecchia, migliorare l’ossigenazione del corpo, sciogliere le tensioni e, come naturale conseguenza, tanti innumerevoli benefici a livello di benessere fisico e mentale.
Risultati immagini per RESPIRAZIONE YOGICA

«Con la respirazione yogica il corpo diventa forte e sano; il grasso superfluo scompare, il viso si fa luminoso, gli occhi scintillano, un fascino particolare emana da tutta la persona. La digestione si svolge con facilità. Il corpo si purifica interamente e la mente diviene calma, obbediente. La pratica costante apporta felicità e pace.» Swami Sivananda

Secondo lo yoga la gente normalmente non respira correttamente, ma superficialmente senza aver modo di assorbire il prana, (l’energia vitale) che è presente nell’aria. Questo principalmente è dovuto allo stress e ai traumi infantili che irrigidiscono il corpo e quindi la muscolatura non flette come dovrebbe.


Per assorbire al meglio il prana occorre imparare ad eseguire la respirazione profonda o completa, che è costituita di tre fasi:
Respirazione Diaframmatica: in cui si riempie d’aria la parte bassa dei polmoni.
Respirazione Toracica: in cui si riempie d’aria la parte centrale dei polmoni.
Respirazione Clavicolare: in cui si riempie d’aria la parte superiore dei polmoni.

La respirazione profonda è quella che fanno naturalmente i bambini piccoli e gli animali, in cui appunto non sono presenti tensioni. Col tempo abbiamo perso la capacità di respirare correttamente ma, attraverso la pratica quotidiana di questo esercizio e il lasciar andare della mente psicologica, è molto facile tornare a respirare come natura vuole.


Questo permette l’ossigenazione completa dei polmoni, che normalmente vengono usati al 30%, e di buttar via l’aria vecchia. Secondo lo yoga, imparare a praticare la respirazione profonda, permette di ricaricare il corpo di energia in molto meno tempo di quanto si potrebbe farlo dormendo per delle ore.

LA RESPIRAZIONE COMPLETA PROFONDA


Inizia mettendoti in una posizione comoda: in piedi, seduto o sdraiato a pancia in su.
Appoggia le mani sulla pancia e rilassa il respiro.
Mantieni la colonna diritta per tutta la durata della pratica.
Inspirando col naso presta attenzione all’addome che si espande.
Espirando col naso svuota completamente i polmoni contraendo leggermente gli addominali (permette il ricambio totale di aria)
Ripeti per qualche respiro rimanendo ad osservare le mani che si sollevano spontaneamente con l’inspiro e si abbassano con l’espiro.

Questo è il tuo respiro diaframmatico, utilizza la parte bassa dei polmoni.

Ora appoggia le mani ai lati del torace, sopra le costole.
Inspirando senti la pancia che si espande e l’aria che sale espandendo il torace.
Espirando il torace si comprime, l’aria scende e la pancia si sgonfia contraendo leggermente gli addominali.
Ripeti per qualche respiro, concentrandoti sull’espansione della cassa toracica con l’inspiro e la contrazione con l’espiro.

Questo è il tuo respiro toracico e diaframmatico, utilizza i lobi laterali dei polmoni.

Ora, appoggia le mani sotto le spalle, all’altezza delle clavicole.
Inspirando la pancia e il torace si espandono.
Prova a portare l’aria fin sotto le spalle. Dovresti percepire un leggero sollevamento delle mani.
Espirando rilassa le spalle, comprimi il torace e sgonfia completamente la pancia con una leggera contrazione addominale.
Ripeti qualche respiro, concentrandoti sull’espansione della zona delle spalle e collo.

Questa è la tua respirazione completa che include la diaframmatica, toracia e clavicolare, utilizza la parte bassa, media e alta dei polmoni.

Unendo le tre fasi di respirazione in unico e armonico atto, portando l’attenzione alle varie fasi del respiro – prima addominale, poi toracico, poi clavicolare – è esattamente una respirazione yogica completa e stai utilizzando al massimo la tua capacità polmonare.

La respirazione profonda può essere di grande aiuto in momenti di tensione, di eccessiva stanchezza o stress. Inoltre stimola il diaframma che è un muscolo importantissimo per la digestione e la gestione delle emozioni. Al riguardo ho scritto Il potere del DIAFRAMMA. Centratura, Autostima e Serenità.

Se praticata spesso, diventerà a poco a poco il modo quotidiano di respirare e, quasi senza neanche rendertene conto, comincerai a respirare correttamente senza essere costretto a prestarci attenzione.

Fonte: http://www.dionidream.com/respirazione-yogica-completa/

mercoledì 18 gennaio 2017

1977 A GINEVRA LA CONVENZIONE ENMOD - PROIBIZIONE DI USO DI ARMI BELLICHE DI MODIFICA CLIMATICA


La manipolazione del clima per uso militare


18 maggio 1977 – L’ONU vieta qualsiasi tipo di azione bellica climatica. Viene stipulata a Ginevra la convenzione ENMOD (Enviromnental Modification), “Convenzione multilaterale sulla proibizione dell’uso di armi ambientali e di tecnologie di modificazione ambientale per scopi militari, bellici o qualsiasi altro scopo ostile”. L’accordo fu firmato da Stati Uniti, Unione sovietica e altri quaranta Paesi.

"Guerra ambientale è definito come la modifica o manipolazione della ecologia naturale intenzionale, come il clima e tempo, i sistemi terrestri come ionosfera, magnetosfera, sistema placca tettonica, e / o l'attivazione di eventi sismici (terremoti) per causare intenzionale fisica , distruzione economica e psico-sociale e fisico a un bersaglio o geofisica popolazione posizione prevista, come parte di una guerra strategica o tattica. "(Eco News)
http://www.globalresearch.ca/environmental-modification-techniques-enmod-and-climate-change/16413
L'immagine può contenere: cielo, nuvola, albero, spazio all'aperto e natura

STORIA DEL CONTROLLO CLIMATICO NEL MONDO - STOP MANIPOLAZIONI CLIMATICHE - STOP SCIE CHIMICHE #ORA



Agosto 1956, da La scienza illustrata (pag 23):


"Il matematico John Von Neumann afferma che nel 1980 un consiglio meteorologico qualsiasi sarà in grado di premere semplicemente un interruttore e cancellare dalla faccia della terra le regioni polari, o di infliggere per mezzo di un altro pulsante un'altra Età glaciale sul territorio nemico."


"Lo scienziato Vincent Schaefer ha stabilito che è già possibile limitare la formazione di nubi sovraraffreddate in qualsiasi parte del mondo."


"In altre parole, commenta T. Morris Longstreth nel suo libro Comprendere il tempo, un nemico attivo potrebbe seminare lo spazio aereo di una nazione qualsiasi e spargere la siccità nella stagione del raccolto."


"La meteorologia ha fatto tali passi da gigante recentemente che il dottor Edward Teller, dichiarato il padre della bomba H, prevede il dominio delle condizioni atmosferiche di qui a dieci anni."


"Dunque la corsa al controllo meteorologico è una cosa ben attuale, è un programma già in pieno svolgimento! E il contendente che perderà vedrà maturarsi per lui la siccità e la tempesta, il simun del deserto e i torrenti di pioggia del tifone, il ciclone e l'uragano, in una parola tutte le rovine, tutte le devastazioni che le possenti forze della Natura scatenata scaglieranno sul suo capo."


"E sarà una disfatta che né genio di generale né coraggio di soldato varrà a mitigare, sarà proprio il caso di dire: guai ai vinti!"


"Ecco ciò che attende il vinto nella drammatica corsa per il controllo del tempo. Mentre il trionfatore dominerà il mondo."

Fonte citazioni: nexusitalia.com



- Background: storia del controllo climatico


1890 – Il Congresso degli Stati Uniti finanzia un esperimento per provocare la pioggia, ideato dal generale Dyrenfort, il quale consiste su una serie di cannonate a ciel sereno. Durante la guerra di secessione, il generale aveva notato che dopo ciascuna delle 198 battaglie aveva sempre piovuto e intuì che a provocare la pioggia fosse stato il rumore delle cannonate. L'esperimento, effettuato in Texas, fallisce.


1892 - A Schenectday, nello Stato di New York, viene fondata la General Electric Company (GE), multinazionale attiva nel campo della tecnologia e dei servizi. Oggi è tra le prime compagnie al mondo per importanza.


1922 – Nasce Raytheon, destinata a diventare leader mondiale dei sistemi missilistici, radar, satelliti, armi elettromagnetiche, comunicazioni. Attualmente detiene tecnologie e brevetti strettamente correlati ad H.A.A.R.P., oltre a proseguire ricerche climatiche in Antardide tramite "Raytheon Polar Services".


1932 - A Irving Langmuir viene conferito il premio Nobel per la chimica.


Inizio anni '40 - Irving Langmuir e il suo collaboratore Vincent J. Schaefer (futuro direttore dell'Atmospheric Sciences Research Center dell'Università di New York) sono i responsabili dei laboratori della GE. Nel corso della seconda Guerra mondiale, il governo degli Stati Uniti incarica la General Electric di svolgere indagini scientifiche per scopi bellici. Langumuir e Schaefer iniziano a studiare un metodo per favorire la pioggia. Durante un esperimento, Schaefer scopre che ad una temperatura inferiore a -40 °C le particelle di vapore acqueo sottoraffreddate si solidificano anche in assenza di nuclei di condensazione. Questo risultato è reso possibile mediante l'introduzione di ghiaccio secco (anidride carbonica solida, la quale ha una temperatura di circa -78°C) all'interno della cella frigorifera usata per i loro esperimenti. A questo punto vogliono verificare cosa potrebbe succedere immettendo del ghiaccio secco all'interno di una nube.


13 novembre 1946 – Schaefer vola con un aereo nel cielo di Pittsfield, in Massachusetts, spargendo un chilo e mezzo di ghiaccio secco tritato finemente all'interno di uno strato nuvoloso sopraffuso. Nel giro di pochi minuti le goccioline sottoraffeddate si condensano e si trasformano in fiocchi di neve. L'evento ha dato una spinta notevole alla ricerca sulla manipolazione e controllo del clima iniziata nel secondo dopoguerra.


Qualche giorno dopo, davanti ad un pubblico di spettatori, i due scienziati effettuano un secondo esperimento inseminando una nube sopraffusa con il logo della General Electronic, ottenendo pioggia in corrispondenza delle zone trattate. Da questi esperimenti nasce l'idea di manipolare le precipitazioni di pioggia, neve e grandine e di modificare nuvole e uragani.


Questi esperimenti portano dissensi da parte di meteorologi i quali sostengono che i costi per operazioni del genere siano di gran lunga superiori ai vantaggi che si potrebbero ottenere.


1947 – Lo scienziato Bernard Vonnegut (fratello del famoso scrittore di fantascienza Kurt Vonnegut) si unisce a Schaefer e Langmuir nelle ricerche per la Generic Electric. Egli esamina diverse sostanze chimiche, con struttura cristallina simile a quella del ghiaccio, in grado di far solidificare le particelle di vapore anche a temperature maggiori di -40°C. Durante i suoi esperimenti, Vonnegut, scopre che lo ioduro d'argento ha la capacità di trasformare le goccioline sopraffuse in cristalli di ghiaccio ad una temperatura di -4 °C. Le sperimentazioni iniziano ad attirare l'interesse pubblico e quelle del governo americano che decide di finanziarle: nasce il Progetto Cirrus.


Anni '50 – Durante la guerra fredda, tra USA e URSS si svolge una corsa segreta al dominio climatico.


1950 – Le sperimentazioni del Progetto Cirrus si trasferiscono dai laboratori della GE al Naval Weapons Center di China Lake (California): in una base militare.


1951 - Vannevar Bush, presidente del Carnegie Institute, afferma: "Mi sono convinto che in certe circostanze sarà possibile nuclearizzare la pioggia". (www.fabiofeminofantascience.org/RETROFUTURE/RETROFUTURE20.html)


1952 – L'Inghilterra sperimenta una tecnologia per ribattere un eventuale attacco da parte della Germania, provocando un nubifragio che causò la morte di 32 persone nel Devonshire.


1953 - Il governo americano costituisce un'Agenzia per il Controllo del Tempo. (www.fabiofeminofantascience.org/RETROFUTURE/RETROFUTURE20.html)


1957 – Una commissione consultiva sul controllo climatico afferma: "Le modificazioni climatiche potrebbero rivelarsi un'arma più cruciale della bomba atomica". [M.S. Ventakataramani, To OWN The Weather, Frontline, 16-29 gennaio 1999.


1958 - Howard T. Orville, capo dell'Agenzia per il Controllo del Tempo, afferma che si stanno studiando "modi per modificare il clima usando un raggio elettronico per ionizzare o de-ionizzare l'atmosfera sopra una determinata area". Il senatore, e futuro Presidente degli USA, Lyndon Johnson, dichiara che "Dallo spazio sarà possibile controllare il clima terrestre, causare siccità e inondazioni, cambiare le maree e innalzare il livello del mare, rendere gelidi i climi temperati".
(www.fabiofeminofantascience.org/RETROFUTURE/RETROFUTURE20.html)1961 – Al fine di favorire e incrementare la piovosità, in Israele ha inizio un programma di inseminazione delle nubi con ioduro d'argento, gestito dalla EMS (società controllata dal Mekorot, la Compagnia nazionale delle acque).


Anni '70 – Gli USA investono 20 milioni all'anno per la ricerca e la sperimentazione di tecnologie atte alla modificazione del clima.


Estate del 1970 - La Dott.ssa Joanne Simpson (direttrice del Laboratorio Sperimentale di Meteorologia della U.S. Oceanic and Atmospheric Administration) sorvola le Paludi Everglades (Florida) con un aereo attrezzato per lo spargimento di cristalli di ioduro d'argento, penetra all'interno di una nube a circa 5-6 Km di quota e la insemina con miliardi di microscopici cristalli di ioduro d'argento. Dopo pochi minuti inizia una precipitazione abbondante: un volume di circa 15 milioni metri cubi d'acqua.


1967-1972 - Durante la guerra del Vietnam gli Stati Uniti eseguirono ben 2500 missioni aeree di inseminazione delle nubi anticipando e prolungando il periodo dei monsoni; distruggendo strade, ponti e raccolti; creando molti disagi e ostacolando così l'avanzata dei Viet Cong.
(www.fabiofeminofantascience.org/RETROFUTURE/RETROFUTURE20.html, www.talkinaboutinvolution.org/showControlDocument.php?id_documento=)


3 luglio 1972 - Sul New York Times viene pubblicato un articolo di Seymour Hers nel quale vengono denunciate irrorazioni di sostanze chimiche sulle nubi del Vietnam, della Cambogia e del Laos, durante la guerra.



18 maggio 1977 – L'ONU vieta qualsiasi tipo di azione bellica climatologia. Viene stipulata a Ginevra la convenzione ENMOD (ENviromneental MODification), "Convenzione multilaterale sulla proibizione dell'uso di armi ambientali e di tecnologie di modificazione ambientale per scopi militari, bellici o qualsiasi altro scopo ostile". L'accordo fu firmato da Stati Uniti, Unione sovietica e altri quaranta Paesi. Nonostante tale convenzione, gli USA hanno continuato nelle sperimentazioni di questo tipo.


1984 – L'italiana Tecnagro (associazione senza fini di lucro guidata dal professor Massimo Bartolelli docente Economia e politica agraria all'Università di Bari) inizia la sperimentazione dell'inseminazione delle nubi in un programma denominato "Progetto Pioggia". La tecnica usata si basa sull'irrorazione con ioduro d'argento alla base delle nubi. Da terra, tramite radar, si individuano le nubi in equilibrio metastabile poiché sono le più indicate a fornire maggiore quantità di pioggia. Inizialmente le sperimentazioni avvengono in Puglia, Sicilia e in Sardegna, ottenendo incrementi un aumento della pioggia accertato. Finanziata da alcuni colossi industriali (Fiat, Enichem, Agrimont) e dall'Aeronautica militare, col passare degli anni affina la sua tecnologia e viene incaricata dall'Organizzazione Mondiale della Meteorologia di avviare progetti per l'applicazione dell'inseminazione della pioggia in tutto il bacino del Mediterraneo, Arabia Saudita, Iraq e Iran.


11 agosto 1987 – Bernard Eastlund registra il brevetto No US 4.686.605 dal titolo "Method and apparatus for altering a region in the earth's atmosphere, ionosphere, and/or magnetosphere".


1990 – Viene pianificato il progetto HAARP.


1991 – Viene registrato il brevetto numero 5.003.186, "Stratospheric Welsbach seeding for reduction of global warming" (Irrorazione della stratosfera con agenti Welsbach per la riduzione del riscaldamento globale) della Hughes Aircraft (proprietà Raytheon). Si descrive come riflettere i raggi solari tramite aerosol irrorati in atmosfera. La tecnica consiste nell'addizionare al carburante degli aerei sostanze come ossido di alluminio e ossido di torio, creando così uno strato di gas che assorbe la radiazione infrarossa; una volta irrorate, tali sostanze possono perdurare in atmosfera per più di un anno.


1992 - Viene pubblicato "Policy Implications of Greenhouse Warming: Mitigation, Adaptation, and the Science Base". In questo volume di quasi 1000 pagine, vengono analizzate metodologie e costi per arginare il riscaldamento globale. Tra i vari metodi come la disposizione di specchi giganti e la dispersione di ferro negli oceani, vengono descritte tecniche di irrorazione di polveri nella bassa stratosfera tramite appositi aerei per riflettere la luce solare, cambiando così la quantità e le caratteristiche di annuvolamento. Lo schermo potrebbe prendere la forma di un "foglio continuo" o potrebbe essere diviso in tanti "specchi" o in una nube di polvere. Queste metodologie hanno effetti a lungo termine non pienamente compresi neanche dagli stessi scienziati; è evidente che la persistenza delle sostanze emesse è molto lunga, può variare dai 6 mesi ad un paio d'anni a seconda della quota d'irrorazione.
(http://books.nap.edu/catalog.php?record_id=1605 )


1992 – Inizia la prima fase della costruzione di HAARP. Vengono installate 18 antenne.


1994 – Viene eseguita la seconda fase della costruzione di HAARP. Viene raggiunto un numero di 48 antenne.


1995 – Per la ricorrenza del cinquantesimo anniversario della vittoria della Seconda guerra mondiale, il sindaco di Mosca, Yuri Luzhkhov, fa ricorso per la prima volta all'inseminazione delle nubi al fine di evitare la pioggia durante i festeggiamenti.


1996 - L'Air Force statunitense lancia il programma di sperimentazioni dal titolo "Il clima come forza moltiplicatrice: possedere il clima entro il 2025", nel quale si evidenzia la necessità per l'aviazione americana d'intervenire localmente sul clima in modo tale da ottenere "una dominazione del capo di battaglia fino ad un livello mai immaginato prima". Le voci del programma comprendono: aumento della visibilità diradando nebbia e nubi; diffusione della nebbia per disturbare i sistemi di comunicazione dei nemici; incoraggiamento della formazione di instabilità provocando, a richiesta, nuvole o tempeste; distruzione della logistica nemica attraverso acquazzoni, alluvioni; riduzione delle riserve di acqua nemiche, siccità, scarsità di acqua dolce e impoverimento dei terreni.


Il documento cita:


"Nel 2025 le forze aerospaziali USA potranno avere il controllo del clima se avranno capitalizzato le nuove tecnologie sviluppandole nella chiave delle applicazioni di guerra. [...] Dal miglioramento delle operazioni degli alleati e dall'annullamento di quelle del nemico tramite scenari climatici "su misura", alla completa dominazione globale delle comunicazioni e dello spazio, la modificazione climatica offre a chi combatte una guerra un'ampia gamma di possibili modi per sconfiggere o sottomettere l'avversario".



1996 – Si eseguono i primi test per verificare il funzionamento e l'efficacia del sistema HAARP.


1996 – In Canada e in USA si verificano i primi avvistamenti di "scie anomale".


1996 - Legge Galli definisce la stimolazione artificiale delle nubi come tecnica fondamentale per risolvere il problema della siccità nelle regioni meridionali.


1996 – Il governo italiano taglia i fondi al "Progetto pioggia" della Tecnagro, la quale interrompe le sperimentazioni iniziate oltre dieci anni prima e costate circa diciassette miliardi di lire (di cui 10 stanziati dal governo e 7 dalla società).


1997 – In occasione dell'ottocentocinquantesimo anniversario della città di Mosca, il sindaco di Yuri Luzhkhov finanzia con 825.000 euro un progetto che prevede l'impiego di otto aerei per l'inseminazioni delle nubi. Durante i tre giorni di festeggiamenti, gli aerei inseminano con ioduro d'argento un fronte nuvoloso a circa novanta chilometri da Mosca. Lo scopo è quello di favorire la pioggia prima che le nubi raggiungano la città. Nei primi due giorni, l'operazione sembra funzionare ma il terzo giorno, proprio durante la cerimonia di chiusura, la capitale viene sorpresa da un forte acquazzone.


Agosto 1997 – E. Teller (padre della bomba atomica), In occasione del ventiduesimo Seminario Internazionale sull'Emergenza Planetaria tenutosi in Sicilia, propone una soluzione per contrastare il riscaldamento globale. Al fine di respingere in parte i raggi solari, suggerisce l'impiego di aerei per rilasciare nell'atmosfera milioni di tonnellate di metalli elettricamente conduttivi, nella fattispecie ossido di alluminio per via della sua duplice capacità di riflettere i raggi solari dell'1% e di assorbire una modesta quantità di calore fra terra e stratosfera.


1998 – Parte da Espanola (Canada) la protesta ufficiale dei cittadini contro le scie anomale nel cielo.


1999 - Presso l'Organizzazione Meteorologica mondiale vengono registrati oltre un centinaio di progetti sulla modificazione climatica provenienti da circa trenta nazioni diverse.


1999 – Viene potenziato il sistema di antenne HAARP.


2000 – Tramite la CBS giunge la notizia che gli scienziati stanno "cercando drastiche soluzioni per il riscaldamento globale, inclusa la manipolazione dell'atmosfera su scala massiccia". La CBS conferma che il piano di caricare l'aria con piccole particelle rifletterebbe "abbastanza luce solare da attivare il raffreddamento globale".




2001 – Cordani registra il brevetto No US 6.315.213 dal titolo "Method of modifying weather", nel quale descrive la tecnica per controllare gli uragani.


2001 – Per la prima volta compare in un documento ufficiale il termine "chemtrails". Si tratta dello Space Preservation Act 2001.


2003 – Inizia la terza fase della costruzione di HAARP. Le antenne installate sono 180.


2004 - Vengono potenziate le antenne di HAARP con trasmettitori HF.


2005 - Vadim Tudor, Ministro del Parlamento rumeno, apre una commissione parlamentare in cui accusa Stati Uniti e Russia di essere i responsabili delle calamità meteo che hanno colpito il Paese. Asserisce, inoltre, che l'umidità del Mar Neroviene sfruttata per provocare le innumerevoli alluvioni che hanno colpito la Romania negli ultimi anni.
(Fonti: www.gandul.info

www.librarie.net/carti/57378/Razboiul-geofizic-Emil-Strainu )





2006 – Il premio nobel per la chimiche Paul Crutzen pubblica "Albedo Enhancement by Stratospheric Sulfur Injections: A Contribution to Resolve A Policy Dilemma?" nel quale propone di simulare le caratteristiche di un'eruzione vulcanica iniettando nella stratosfera tonnellate di solfati, le cui proprietà rifletterebbero i raggi solari con relativo raffreddamento del Pianeta. Crutzen descrive anche i possibili scenari geo-politici collegati a queste operazioni, oltre a fornire nel dettaglio quantità e costi delle sostanze impiegate. Queste sue proposte sono state esposte durante un congresso organizzato dalla NASA per discutere sul cambiamento climatico in corso e per proporre soluzioni utili a salvare il pianeta dal riscaldamento globale. In questa occasione Crutzen suggerisce chiaramente di immettere nell'atmosfera un composto a base di zolfo (irrorato da aeroplani o razzi sparati da terra) al fine di ridurre l'irraggiamento solare.
(www.timesonline.co.uk/tol/news/uk/science/article1529875.ece )





2007 – Si conclude la costruzione e il potenziamento di HAARP. I trasmettitori hanno raggiunto una potenza di 3.6 MW.

Oggi - Secondo l'Organizzazione Meteorologica Mondiale, 26 governi hanno condotto esperimenti di alterazione del clima nel 2000. Negli anni 2003-2004, 16 governi hanno ammesso di aver compiuto questo tipo di attività, anche se in realtà sono molti di più i governi coinvolti. Gli scopi bellici non vengono mai scartati, ma i governi dichiarano altri tipi di scopi. Tra queste nazioni, con Cina, Russia, Israele e Stati Uniti, è presente anche l'Italia.
(http://newton.corriere.it/Pregresso/2002/02/2002020100016.shtml)





- Cina. Vengono investiti circa 40 milioni di dollari all'anno per progetti sulle manipolazioni atmosferiche. Ufficialmente lo scopo è quello di sconfiggere la siccità, attraverso razzi a conteuto chimico sparati da terra contro le nubi. Per quanto riguarda le Olimpiadi che avranno luogo a Pechino nel 2008, il governo cinese ha promesso al Comitato Olimpico Internazionale che l'evento si svolgerà sotto il sole, a costo di alterare il clima.


19 aprile 2006, tgcom.mediaset.it


"Pechino, pioggia finta contro smog
Bombardate nuvole con ioduro d'argento

Pechino torna a respirare: la pioggia artificiale, ottenuta "bombardando" le nuvole, ha funzionato. Da giorni la capitale cinese era avvolta da un mix di polvere e smog: solo nella notte di lunedì si erano depositate nella parte settentrionale del Paese oltre 300mila tonnellate di sabbia proveniente dal deserto del Gobi. Per sconfiggere la cappa nociva, il cielo è stato bombardato con ioduro d'argento."





- Russia. Nei principali aeroporti viene utilizzata una tecnica antinebbia a base di azoto liquido. Dal 1995 il sindaco di Mosca Yuri Luzhkhov, utilizza tecniche di manipolazione climatica per salvaguardare le manifestazioni importanti. Per tali operazioni, vengono utilizzati appositi aerei per spargere nel cielo sostanze chimiche a base di azoto liquido.


22 Febbraio 2002, newcorriere.it.


"I russi invece hanno inventato un metodo per diradare la nebbia ma lo hanno sempre considerato un segreto militare. Recentemente hanno svelato il loro segreto: azoto liquido. La sostanza infatti quando esce dalla bombola passa da meno 200 gradi a temperatura ambiente assorbendo il calore circostante. Le gocce di nebbia si raffreddano e scompaiono. I russi la usano negli aeroporti, in Italia dovrebbe essere usata nelle autostrade."





30 maggio 2003, rainet.it – I maghi della pioggia


"Manifestazioni per il trentesimo anniversario della nascita di San Pietroburgo"


"San Pietroburgo, compleanno festeggiato da tutti i leader del mondo"


"Nove aerei in volo per bombardare delle nubi minacciose."



"Non ha badato a spese il presidente Vladimir Putin per festeggiare il trecentesimo anniversario della sua città natale, San Pietroburgo: un miliardo e 500 milioni di dollari per tre giorni di cerimonie e vertici che non hanno mancato di suscitare qualche polemica interna. Da oggi a domenica, arriveranno, in quella che un tempo era la capitale degli zar, i capi di Stato e di governo di 44 paesi del mondo, per una celebrazione organizzata con uno sfarzo senza precedenti nella storia recente della Russia.


Tanto Putin tiene ad accogliere al meglio i suoi ospiti che ha voluto assicurarsi anche il bel tempo. A mezzogiorno ora italiana, si sono levati in volo nove aerei che hanno intercettato un fronte di maltempo in avvicinamento e hanno bombardato le nubi con una miscela di acido carbonico, ammonio liquido, ioduro di argento per fermare la pioggia. L'operazione è stata condotta sotto la supervisione dell'Agenzia per le tecnologie atmosferiche del Centro metereologico della Russia e andrà avanti per due giorni; costo complessivo, 600mila euro.


Il primo appuntamento del presidente russo si è svolto oggi con i leader dei dodici paesi dell'ex Unione Sovietica ora raggruppati nella Comunità di Stati Indipendenti (Csi). Domani, sarà la volta del vertice Unione Europea - Russia. Domenica, infine, è previsto l'incontro tra Putin e il presidente americano George W. Bush con cui partirà poi alla volta di Evian, in Francia, per il summit del G8. Per i suoi ospiti, Putin ha organizzato feste, fuochi d'artificio, banchetti, eventi culturali.


A San Pietroburgo stanno arrivando, in queste ore, tutti i leader dei quindici paesi dell'Ue e dei dieci che ne faranno parte dal prossimo anno. È arrivato intorno alle 15 il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Non ci sarà il premier spagnolo Josè Maria Aznar, a causa dell'attentato di oggi in Navarra costato la vita a tre persone.


Fondata nel 1703 dallo zar Pietro il Grande, San Pietroburgo divenne capitale nel 1712 con grande scorno di Mosca. Durante la prima guerra mondiale, nel 1914, la città cambiò nome in Pietrogrado. Nel 1917 dal Palazzo d'Inverno, ora tornato agli antichi splendori grazie a un imponente restauro, partì la rivoluzione bolscevica. Alla morte di Lenin, nel 1924, in suo onore fu di nuovo ribattezzata e chiamata Leningrado. Durante la seconda guerra mondiale, la città visse il suo periodo più tragico, con l'assedio nazista durato novecento giorni. Nel 1991, dopo la caduta dell'Unione Sovietica, la città tornò a chiamarsi San Pietroburgo."

Rai.it





10 maggio 2007, Tg1 delle 8:00 .


"Si può evitare la pioggia per salvare importanti manifestazioni internazionali? Sembra di si e i russi sarebbero maestri."


"Gli esperti russi sarebbero maestri nel controllare le condizioni meteorologiche, per evitare che pioggia e maltempo possano rovinare importanti manifestazioni. Come fanno? Ce lo spiega il corrispondente, Alessandro Cassieri."


"Sembrava una leggenda metropolitana e invece era un segreto, finalmente svelato: riuscire a non far piovere là dove il cerimoniale entrerebbe in crisi. Come ieri durante la festa per le celebrazioni del 9 Maggio. "Pioggia su Mosca", dicevano le previsioni, e invece nulla.


Putin e i maggiorenti russi hanno potuto rimanere anche stavolta sulla Piazza Rossa senza ombrello, grazie a 12 aerei che hanno sorvolato il centro della capitale, scaricando sulle nuvole un composto fatto di azoto, iodio e argento: miscela non si sa quanto ecologica, ma efficace. E soprattutto sperimentata. In un Paese in cui i fenomeni atmosferici sono estremi, la pioggia può diventare un vero problema. Se ne resero conto anche i leader del G8 l'estate scorsa a San Pietroburgo: pioggia a dirotto ovunque, tranne che sulle loro teste. Anche allora si vociferò che era stato merito degli aerei anti-pioggia, adesso sappiamo che non era solo propaganda."





- Israele. Da oltre quarant'anni viene utilizzata la tecnica dell'inseminazione delle nubi con ioduro d'argento.





- Stati Uniti. Contro tornado e uragani vengono utilizzati sali igroscopici come coagulanti. Essi vengono rilasciati dagli aerei a circa 8.000 metri, oppure tramite razzi lanciati all'interno delle nubi. Le sostanze chimiche aggiunte all'interno della nube appesantiscono le goccioline d'acqua che cadono al suolo sottoforma di pioggia.


Diverse aziende basano il loro lavoro sulla modificazione climatica. Ad esempio, nel Midwest, i piloti della Wesather Modification Inc sono vigili 24 ore su 24 in attesa di sfidare qualche ciclone o uragano.





Alcuni link:

La Weather Modification Inc - Presenta i modelli degli aerei, l'inseminazione delle nuvole e i relativi risultati.http://www.weathermod.com

Atmos Inc http://www.atmos-inc.com/index.html
Viene spiegato tutto il processo qui.
Weather Modifications org http://www.weathermodification.org
North American Weather Consultants, Inc - Aassociazioni di categoria http://www.nawcinc.com/wm.html
North American Weather Consultants, Inc - Aassociazioni di categoria

http://www.evac.ou.edu/okwmdp/evaluation.htm
http://www.swc.state.nd.us/4DLink9/4dcgi/GetSubCategoryRecord
http://www.license.state.tx.us/weather/summary.htm
http://adsabs.harvard.edu/abs/1986JApMe..25..917F
http://www.geltechsolutions.com/dynomat_hosting
http://www.eastlundscience.com/CIPPAWEATHER.html
http://www.water.utah.gov/cloudseeding/history
Wikipedia: Weather Control Technologies http://peswiki.com/index.php/Directory:Weather_Control E' interessante notare come tra link ci siano quasi tutti i maggiori siti americani di informazione sulle chemtrails.






- Germania.


Maggio 2007 – TV Tedesca. Video con testo integrale. Breve estratto:


"Cosa sono e quale misteriosa funzione hanno queste scie? Cercheremo di scoprirlo."


"Gli aerei da guerra dell'Esercito Federale Tedesco manipolano il nostro clima; questo è ciò che suppongono i ricercatori climatici e questi sospetti sono stati confermati. Delle nubi sinistre, lunghe fino a 350 km, compaiono improvvisamente sui radar, ma solo su quelli meteorologici. Per la prima volta è accaduto nell'estate del 2005 e poi a nel mese di marzo 2006. L'esercito tedesco ha ammesso di compiere esercitazioni di guerra presso i confini olandesi."





- Italia. Nel 2005 il Ministero dell'Ambiente mette a disposizione 3.615.000 euro per finanziare un progetto di stimolazione artificiale delle nuvole. La Regione Puglia assegna ad una società svizzera, la Aerotech SA (operante da più di 15 anni nel settore della fornitura di parti di ricambio, assistenza tecnica e soprattutto servizi nel settore aeronautico) la gara d'appalto per la stimolazione artificiale della pioggia da effettuarsi nel biennio 2004-2006 in alcune aree pugliesi. Il progetto è sviluppato in collaborazione con l'Aeronautica Militare e la III Regione Aerea dell'Aeroporto militare di Bari Palese. Per il "Progetto Pioggia", Aerotech utilizza un radar meteo WR 100-5 con antenna da 2.4 metri, aggiornato con software di ultima generazione Titan-s (Thunderstorm Identification Tracking Analisys and Nowcasting system) installato presso l'aeroporto di Bari Palese. Le operazioni di inseminazionesono vengono effettuate con aerei Vulcanair P68 Rain Maker equipaggiati con strumentazione di ricerca e inseminazione. Il progetto viene supervisionato dall'NCAR (National Center for Atmospheric Research), istituto di ricerca del Colorado.
(www.meteomagazine.net/modules/news/article.php?storyid=463
www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_dallapuglia_NOTIZIA_01.asp?)

PE LA MAIELL !

PE LA MAIELL !
LA MIA MAIELLA : REGINA MAESTOSA DELLA MIA TERRA !!! URLA STOP scie chimiche!!! Vasto (CH) Abruzzo Italia Europa Mondo 14 gennaio 2014 ore 15.00